Cerca
Type & hit enter to search
Lingua:

Parla Steph

Vi riportiamo la traduzione integrale di un articolo sui Deftones pubblicato su Billboard.com:

Sono passati tre anni dall’ultimo album di studio dei Deftones. Ma il chitarrista Stephen Carpenter di certo non ha sudato durante la lunga attesa per il nuovo album “Saturday Night Wrist”, il quale arriverà nei negozi il 31 ottobre.
“Non c’era assolutamente alcuna scadenza da rispettare” ha dichiarato Carpenter a Billboard.com “Conosciamo il nostro modo di lavorare. Abbiamo i nostri ritmi – a volte siamo veloci, a volte siamo lenti. Stavolta è andato tutto lentamente, ma non avevamo un’agenda con impegni precisi da rispettare. Ci stiamo semplicemente divertendo.”
Ma Carpenter ammette anche che la creazione di “Saturday Night Wrist” è stata dura ed ha incluso “lavorare con diverse persone in posti differenti e affrontando forze sconosciute”.
La band ha iniziato a lavorare sul disco nel 2003 assieme a Dan “The Automator” Nakamura, poi successivamente con Bob Ezrin (il quale ha registrato la maggior parte delle tracce strumentali), Terry Date e Shaun Lopez.
Durante questo processo, il frontman Chino Moreno si è dedicato al disco e tour del suo side-project, i Team Sleep, mentre Carpenter si è dedicato alla produzione di “B-Sides & Rarities” da pubblicare “per dare qualcosa di interessante alle persone che stanno aspettando con impazienza qualcosa di nuovo”.
Nonostante questo, Carpenter sostiene che “è tutto molto bello. Sarebbe lo stesso anche con un qualsiasi altro disco. C’è stata forte esigenza dall’inizio alla fine del processo, ma è bello ascoltare le canzoni finite”; il primo singolo “Hole in the Earth” è già disponibile, ed è il risultato di “semplicemente varie jam-sessions finchè abbiamo trovato l’idea giusta su cui lavorare” dichiara Carpenter.
Per ora i Deftones sono impegnati con il Family Values tour fino al 22 settembre. Carpenter afferma che “l’esperienza è divertente” ma ammetta che la presenza dei Deftones è arrivata tramite “un inganno”.
“Dovevamo andare in tour con i Korn, questo è ciò che ci è stato detto.. Non sapevamo del Family Values fino a quando è stato tutto pianificato. Comunque ci sono stati ottimi show, siamo felici di farne parte.”
Potete trovare l’articolo originale
cliccando qui.