Cerca
Type & hit enter to search
Lingua:

Parla Chino Moreno

Ci sono voluti più di tre anni, diversi studios ed un paio di produttori per partorire la quinta creazione firmata Deftones. E per la band e per i fans, Halloween non è mai stato così lontano.
“Saturday Night Wrist” arriva nei negozi e la band sta programando un tour americano di 26 date a partire dal 26 ottobre da Oklahoma City. I Deadsy, che hanno passato quasi tutta l’estate assieme ai ‘Tones durante il Family Values Tour, sono stati scelti come openers. I Deftones hanno intenzione di andare in tour per i prossimi 2 anni.
Secondo il frontman Chino Moreno, i Deftones non avevano intenzione di ‘prendersela con calma’ per “Saturday Night Wrist”, “Ci abbiamo messo tanto semplicemente perchè è andata così. Ed è un sollievo aver finito. E’ stato un disco difficile da registrare. Ogni disco che facciamo, la cosa si fa sempre più difficile per noi, perchè ci impegnamo a non ripetere cose già fatte in precedenza e a non fossilizzarci in determinate formule. E per fare ciò, dobbiamo tentare cose che potrebbero poi rivelarsi errate, sprecando tempo.”
Moreno ha affermato che i fans si aspettano sempre una certa qualità, e per questo i Deftones volevano essere sicuri che il nuovo album avrebbe ripagato le attese.
“I nostri fans sono molto critici, come tutti noi” ha detto. “Pensiamo sempre, per qualsiasi cosa nella vita, che ciò che mettiamo dentro a qualcosa è solo quello che ne tiriamo fuori.”
I fans hanno potuto avere alcune preview dell’album tramite la pagina su myspace della band, dove i Deftones hanno postato “Rapture” e “Hole in the Earth,” primo singolo da “Saturday Night Wrist”, titolo ispirato ad un infortunio subìto da un’amica di Moreno (a cui è stata diagnosticata una “Saturday night palsy”, tecnicamente una compressione del nervo radiale che può capitare quando qualcuno dorme sul proprio braccio).
” ‘Hole in the Earth’ è stata la prima canzone di questo album per la quale ho scritto il testo, ed il brano si riferisce a grandi linee a quello che abbiamo passato durante le registrazioni” ha dichiarato Moreno, il quale in aprile confessò anche che il gruppo ha rischiato di interrompere i lavori a metà “Ci avevamo quasi rinunciato. Era tutto molto difficoltoso e tra noi non c’era comunicazione, ed in più io avevo un altro progetto, i Team Sleep. Stavo per farlo. Tra noi componenti della band è stato molto difficile, e la canzone parla di questo.”
Moreno ha voluto inoltre commentare la morte di Andy Richardson, ricorderete il 30enne ucciso l’1 agosto durante il Family Values tenutosi ad Atlanta (vedi news). La polizia ha arrestato il 24enne Michael Scott Axley.
“Non trovo una spiegazione a tutto ciò, è triste e stupido che ci siano persone talmente ritardate da commettere cose senza senso” ha dichiarato “E’ stato veramente angosciante sapere che qualcuno è morto durante una nostra performance. Eravamo lì per divertirci noi e per far divertire la gente presente. E’ deprimente. Non si possono dare colpe alla musica, perchè ci sono sempre persone che non pensano prima di agire.”


Cliccate qui per leggere l’articolo originale.