Cerca
Type & hit enter to search
Lingua:

B-sides, rarità, DVD, new album

Il frontman dei Deftones Chino Moreno ha rilasciato una intervista in esclusiva a Kerrang! nella quale parla del nuovo quinto album della band.
Il quintetto di Sacramento è attualmente rinchiuso in uno studio di Los Angeles assieme al produttore Bob Ezrin (Aerosmith, Jane’s Addiction) per lavorare al successore del self-titled datato 2003. Dopo un minuzioso lavoro presso i Carriage House studios, in Connecticut, Moreno e soci hanno deciso di tornare a LA per rifare le canzoni già fatte e questo ha inevitabilmente comportato un ulteriore ritardo dell’album ma, secondo quanto dichiarato dallo stesso Moreno, ciò ha contribuito ad unire la band più di quanto non lo sia mai stata, permettendo inoltre di realizzare “the heaviest shit ever”, ovvero le cose più pesanti che i Deftones abbiano mai fatto…

COM’E’ IL SOUND DELLE NUOVE CANZONI?
“Le canzoni sono state molto pensate e curate, ma è la roba più pesante che abbiamo mai scritto. Nel nostro ultimo disco ci siamo un pò impigriti nello scrivere meno riff possibili, ma in questo ne stiamo scrivendo di più. E’ certamente il disco al quale siamo stati più vicini”


VUOI CONDIVIDERE CON NOI QUALCHE TITOLO?
“Non voglio assicurare ancora nulla, ma ci sono “Buffalo” e “Diamond”, canzoni di concetto. Non è un intero disco di concetto, ma ogni canzone ha un tema preciso. Ad essere sinceri non ci sono ancora titoli definitivi”


“SATURDAY NIGHT WRIST” SEMBRA ESSERE ACCREDITATO COME TITOLO DELL’ALBUM. SI INTITOLERA’ EFFETTIVAMENTE COSI’?
“non ne sono sicuro. Stiamo ancora vagliando diversi titoli e nessuno ha realmente detto qualcosa riguardo a quello, perciò penso sia il loro modo di dire che non piace! L’ultimo disco alla fine è stato un self-titled, ma io volevo chiamarlo “Lovers”. Non penso potremmo avere due album self-titled, quindi certamente troveremo qualcosa”


ALLORA COSA HA FATTO CAMBIARE LA VOSTRA RELAZIONE?
“Il nostro ultimo disco poteva essere qualcosa di più, ma non certo perchè abbiamo litigato tutto il tempo. Però non voglio più litigare, per questo abbiamo iniziato parlando veramente tra noi e così è molto meglio. Il dialogo è una delle cose più importanti in una relazione, specialmente in una collaborazione musicale”


COME SI SENTE BOB EZRIN A LAVORARE CON VOI?
E’ stato veramente grande. Prima non eravamo sicuri sul da farsi, per cui avevamo bisogno dell’entrata di qualcun altro, ma poi abbiamo realizzato metà del lavoro. Se non fossimo tornati indietro per rilavorare qualcosa non sarebbe stato il nostro disco, sarebbe stato Bob Ezrin aiutato dai Deftones. E volevamo che fossero i Deftones, prodotti da Bob Ezrin.”


E’ VERO CHE I DEFTONES STANNO PREPARANDO UNA RACCOLTA DI B-SIDES E RARITA’?
“Sì è vero. Abbiamo così tante registrazioni di cover e remix e molto altro che la gente non ha mai ascoltato. Ho intere scatole piene di videocassette VHS contenti molta roba fuori di testa e concerti veramente folli. Sembrerà una specie di linea temporale dall’inizio ad oggi. Ci sarà un album di b-sides e rarità con incluso un DVD, sarà veramente bello. ‘Adrenaline’ è uscito nel settembre 1995 per cui credo che lo faremo per festeggiare il nostro decimo anniversario.”


AVETE INIZIATO A REGISTRARE IN CONNECTICUT E POI SIETE TORNATI A LOS ANGELES PER RICOMINCIARE. PERCHE’ AVETE FATTO COSI’?
“E’ stato molto strano perchè abbiamo registrato molto materiale là. Ma poi ci siamo riuniti come una vera band quando siamo tornati a Los Angeles ed abbiamo registrato tutto nuovamente. L’inverno in Connecticut è davvero molto freddo, sembra di essere in mezzo al nulla. All’inizio sembrava un posto tranquillo e sereno, ma poi è diventato deprimente così una volta a casa ci siamo detti “ma dove ca**o eravamo?”. Abbiamo finito tutto nel nostro studio dove abbiamo provato assieme tutto il giorno, suonato tutta notte ed è tornato quel clima familiare che i Deftones hanno sempre respirato”


NON SPERAVATE DI FINIRLO AD INIZIO ANNO?
“Ci sentivamo fuori luogo ai Carriage House Studios che non eravamo noi stessi. Non ci sentivamo a posto. Lavorare con Bob Ezrin è stato molto bello, avere qualcuno con una chiara idea di cosa dovevamo fare, ma ci sentivamo come se non avessimo il pieno controllo sulle nostre cose. Così siamo tornati a casa e ci siamo detti ‘Dobbiamo suonare e fare tutto a modo nostro.’ Ci siamo messi a suonare e scrivere musica aggressiva. E’ stato come se tutto stesse andando perfettamente a posto, tornando a lavorare ancora insieme ed uniti. La relazione tra me e Steph [Carpenter, chitarrista] è sempre stata estremamente creativa, ma oggi è ancora meglio.”


LA WARNER HA ATTUALMENTE FISSATO L’USCITA DEL NUOVO ALBUM DEI DEFTONES PER FINE SETTEMBRE.

Cliccando qui è possibile vedere l’immagine scannerizzata dell’articolo su Kerrang!