Cerca
Type & hit enter to search
Lingua:

PRIMA  DEI  DEFTONES

Stephen Carpenter

Stephen Robert “Stef” Carpenter è nato il 3 Agosto 1970 a Sacramento (California, Stati Uniti). Fin da piccolo ha suonato la chitarra, e finita la scuola ha lavorato in un ristorante fast-food a Sacramento. Musicalmente è stato influenzato inizialmente dalla musica rap, successivamente da: Meshuggah, Fear Factory, Metallica, Slayer, Anthrax, Faith No More, Depeche Mode, Led Zeppelin.

Chino Moreno

Camilo Wong “Chino” Moreno è nato il 20 Giugno 1973 a Sacramento (California, Stati Uniti). Il soprannome “Chino” significa Cinese in Spagnolo. Conclusa la scuola, ha lavorato in un negozio di dischi. Musicalmente è stato influenzato da: The Cure, Bad Brains, The Smiths, My Bloody Valentine, Cocteau Twins, Duran Duran, The Smashing Pumpkins, Depeche Mode, Helmet, Jawbox, Faith No More, Hum, Kool Keith, Alice in Chains, Tool, Jane’s Addiction, Weezer.

Abe Cunningham

Abrahan “Abe” Cunningham è nato il 27 Luglio 1973 a Long Beach (California, Stati Uniti). Fin da bambino ha suonato sia la batteria che la chitarra. Quando Abe era piccolo, la famiglia si trasferì a Sacramento, dove ha frequentato la McClatchy High School, per poi lavorare ai Taquería, dei chioschi che all’epoca erano situati per strada, dove vendeva i Taco messicani. Le sue influenze musicali sono stati: Stewart Copeland, Ginger Baker, Mitch Mitchell.

Chi Cheng

Chi Ling Dai Cheng è nato il 15 Luglio 1970 a Davis (California, Stati Uniti). Ha frequentato per un breve periodo la California State University a Sacramento, per poi trovarsi un lavoro da fioraio. Durante il college ha preso la decisione di diventare vegetariano. E’ stato influenzato dalla musica reggae, jazz, blues e metal. La sua band preferita sono gli Iron Maiden.

Frank Delgado

Frank Delgado è nato il 29 Novembre 1970 a Los Angeles (California, Stati Uniti). Ha collaborato con i Deftones nei primi due album, senza far parte del gruppo in modo ufficiale. Un paio di esempi possono essere gli effetti sonori in “Fireal”, in “My Own Summer (Shove It)” e in “Head Up”.

Sergio Vega

Sergio Vega (è riuscito a tenere segreta la sua data di nascita) nel 1990 è stato un membro fondatore della band Quicksand, ha lavorato come DJ a New York e in Giappone. Nel 1999 Sergio ha suonato il basso nei Deftones al posto di Chi Cheng (il quale temporaneamente non poteva suonare sul palco, non sappiamo il perchè). Sergio ha pubblicato anche un EP da solista, chiamato The Ray Martin Session. Sappiamo inoltre che Sergio è vegan.

 

IL  MITO  DELLA  CREAZIONE

Come tutte le cose epiche, i Deftones hanno il loro mito della creazione. Quando Stephen aveva 15 anni è stato colpito da una macchina mentre faceva skateboard. Dovendo stare su una sedia a rotelle per alcuni mesi, ha deciso di suonare la chitarra da autodidatta. Con i soldi del risarcimento, ha poi comperato gli strumenti per gli altri membri della band. Abe in un’interista ha chiamato questa storia come “Il mito di come è nata la nostra band“.


1988  LA  FORMAZIONE

Deftones BabyIn realtà Stephen, Chino ed Abe si sono conosciuti frequentando la stessa scuola superiore, e sono diventati amici anche per la passione dello skateboard che li faceva ritrovare nel doposcuola. Quando scoprirono che Stephen suonava la chitarra, ed Abe la batteria, si misero a fare qualche prova nel garage di Stephen. In un’intervista fatta a Chino, spiega che fu Stephen a chiamarlo per telefono, ed essendo entusiasta di quello che stavano facendo, propose di creare una band, sembrò una bella idea anche agli altri due. Inizialmente Chino voleva fare il batterista, ma vedendo la bravura di Abe, decise che avrebbe lasciato a lui la batteria. Stephen suonava già la chitarra da tempo, e Chino, sue testuali parole: “volevo avere una parte in qualcosa che creava qualcosa dal niente, ma non riuscivo a focalizzarlo”. Il nome Deftones fu ideato da Stephen, che unì la parola “Def”, abbreviazione di “definitive” usata nel gergo hip hop per dire “molto bene” con il suffisso “tones”, un suffisso che si usava mettere alle band degli anni ’50. Lo stesso Stephen ha affermato che il nome è stato scelto intenzionalmente con un significato vago, per esprimere la tendenza della band a non concentrarsi su un unico genere di musica. Tutto questo risale al 1988, anno di “fondazione” dei Deftones.


I  PRIMI  ANNI

La band cominciò la ricerca di un bassista e dopo aver provato varie persone, decisero di iserire in pianta stabile Chi Cheng. Dopo poco tempo iniziarono a comporre delle canzoni loro, e per anni continuarono ad esibirsi nei locali californiani col proprio materiale, senza creare un album da commercializzare.


1995  ADRENALINE

AdrenalineIl 3 ottobre 1995 i Deftones rilasciarono il primo album: Adrenaline. Inizialmente l’album non ebbe successo, ma un tour estensivo, il passa parola e una fanbase dedicata, fece raggiungere le 220.000 copie vendute. Ha ricevuto due premi: Platinum negli Stati Uniti (1.000.000 di copie) e Gold nel Regno Unito (100.000 copie). Chi intervistato riguardo al successo dell’album disse: “Una sola parola: perseveranza. Siamo insieme da 8 anni, e suoniamo in giro da 2, lo facciamo con onestà e integrità“. Al riguardo dell’album Abe disse: “Quando abbiamo registrato il primo album, che mi piace e penso sia molto valido, la band era molto giovane. Avevamo suonato molte di quelle canzoni da poco tempo, ed eravamo solamente contenti di fare un album, non pensavamo a come rendere al meglio quelle canzoni“. Chino ha detto di aver registrato tutte le parti vocali in una stanza con un solo microfono mentre la band suonava.


1997  AROUND   THE   FUR

Around the FurIl 28 ottobre 1997 i Deftones rilasciarono il secondo album: Around the Fur. Nella prima settimana ha venduto 43.000 copie. In 5 canzoni di questo album possiamo vedere il nome di Frank Delgado. Entrerà ufficialmente nella band nel 1999, poco prima dell’uscita di “White Pony”. Ha ricevuto tre premi: Platinum negli Stati Uniti (1.000.000 di copie), Gold nel Regno Unito (100.000 copie) e Gold in Australia (35.000 copie). La canzone “Head Up” ha come ospite Max Cavalera, dei Soulfly, e nella canzone “MX” possiamo sentire la voce di Annalynn, ex moglie di Abe. La canzone “My Own Summer (Shove It)” appare nella colonna sonora del film Matrix. Durante un party dato per le registrazioni del disco, i Deftones decisero di prendere le foto scattate, e di sceglierne una per l’immagine di copertina. Una volta scelta, il fotografo non era sicuro di chi fosse la ragazza nel ritratto. Quindi i Deftones dovettero cercarla, per chiedere il permesso di utilizzare la foto come copertina.


2000  WHITE  PONY

White PonyIl 20 Giugno 2000 i Deftones rilasciano il terzo album: White Pony. La canzone “Rx Queen” ha come ospite Scott Weiland, in “Knife Party” troviamo Rodleen Getsic, mentre in “Passenger” sentiamo la voce di Maynard James Keenan. La canzone “Elite” ha vinto il Grammy Award come Miglior Pezzo Metal. Chino intervistato al riguardo del nome disse: “Ci sono molti riferimenti diversi per White Pony. Uno di questi è il riferimento alla cocaina, ma ce ne sono molti altri… avete mai sentito nei libri sui sogni, che quando sognate un pony bianco avrete un sogno erotico? Ci sono un sacco di riferitmenti al riguardo. E c’è una vecchia canzone che dire “cavalca il pony bianco”. E’ ovviamente un riferimento alla droga”. E’ l’album più venduto dei Deftones, il preferito dalla critica, sicuramente un punto di svolta per i Deftones, con questo album hanno lasciato le sonorità del nü metal, che contraddistinguevano i primi due album, creando un suono loro. Chi disse: “Sentivamo che non avevamo nulla da perdere, e abbiamo registrato quello che volevamo”. Chino al riguardo dei testi: “In generale non parlo di me stesso in questo album. Ho creato molte storie e a volte dialoghi. Ho lasciato me stesso al di fuori  ho scritto al riguardo di altre cose”. L’album è composto da 11 canzoni, con una traccia bonus “The Boy’s Republic” reperibile nella versione limitata con copertina Rossa o Nera. I Deftones hanno avuto grandi pressioni dall’etichetta, che voleva questo album con un suono molto più nü metal e una voce hip-hop. Difatti è uscita una riedizione di White Pony, con copertina bianca, dove i Deftones hanno riarrangiato la canzone “Pink Maggit” in “Back to School (Mini Maggit)”. Chino ha detto:  “Back to School è stato un errore. Una canzone calcolata, costruita con solo uno scopo: Deve essere un singolo. Back to School è stata rilasciata perchè sono stato un idiota. Ho voluto provare qualcosa all’etichetta. Mesi dopo l’uscita di White Pony l’etichetta ci ha detto di fare una nuova versione di “Pink Maggit”. Dicevano che avevamo perso la nostra pesantezza, e che non c’erano altri singoli nell’album. All’inizio non mi volevo inculare quest’idea, ma poi ho detto: Voglio far vedere a questi cazzoni com’è facile creare un singolo da hit. E quindi ho reppato una parte in hip-hop su quella canzone, e mezz’ora dopo il singolo era pronto per l’ascolto”.


2003  DEFTONES

DeftonesIl 20 Maggio 2003 i Deftones rilasciano il quarto album: Deftones. La prima settimana ha venduto 167.000 copie negli Stati Uniti. Ha ricevuto tre premi: “Gold” negli Stati Uniti (500.000 copie), “Gold” in Canada (50.000 copie), “Silver” nel Regno Unito (60.000 copie). Aveva un working title: Lovers (Amanti), ma Chino ha detto che era un nome troppo ovvio per le tematiche dell’album. La scrittura dell’album ha richiesto molto tempo, i Deftones ebbero varie pressioni dall’etichetta per farlo uscire entro una certa data. In proposito Chino disse: “Volevano il disco pronto l’anno scorso. Avevano messo una clausola che se il disco non usciva per una certa data, saremmo stati multati. Per tutto il tempo in cui abbiamo lavorato sul disco non siamo stati stressati al riguardo: Oh, deve essere pronto per questo giorno. Sarà pronto solamente quando sarà pronto”. Al riguardo delle sonorità, Chi disse: “Abbiamo dimostrato che musicalmente possiamo spaziare in qualsiasi direzione vogliamo, e in questo disco vogliamo ottenere un certo tipo di pesantezza.” Chino si sottopose ad un allenamento vocale in via precauzionale, dopo essersi danneggiato le corde vocali durante il tour estivo del 2001. È stata molto apprezzata l’idea di svoltare verso un suono pesante, e Chino al riguardo disse: “È tutto registrato. Abbiamo detto a quegli stronzi di non aggregarci al nü metal perchè quando queste band finiranno il successo del momento noi non abbiamo intenzione di stare con loro”. L’album conta 11 canzoni, sono stati estratti tre singoli: Minerva (CD, video), Hexagram (CD, video), Bloody Cape (video, visualizzabile solo il giorno d’uscita. È stato comunque insierito in “B-Sides & Rarities”).


2005  B-SIDES  &  RARITIES

B-Sides & RaritiesIl 4 Ottobre 2005 i Deftones rilasciano B-Sides & Rarities, una compilation di canzoni con delle cover fatte dai Deftones, e alcune canzoni mai rilasciate, come: “Crenshaw Punch / I’ll Throw Rocks at You”, “Black Moon” e versioni acustiche di: “Change (In the House of Flies)”, “Digital Bath”, “Be Quiet and Drive (Far Away)”. La compilation contiene un DVD con i video dei singoli. Sul retro della custodia troviamo scritto: “Ok, per anni ci hanno chiesto: Avete intenzione di fare un DVD? e: Perchè non mettete tutte le canzoni che non si trovano negli album in un singolo cd? Bhe, ecco fatto. Tutti i nostri video, momenti, tracce extra e le vostre foto. Abbiamo passato dei bei momenti nel fare tutto questo, può darsi che vi faccia passare dei bei momenti anche a voi. Godetevelo!” Il libretto è molto curato, con delle foto molto belle fatte dai fan, e per ogni pezzo c’è un commento alla canzone.


2006  SATURDAY  NIGHT  WRIST

Saturday Night WristIl 31 Ottobre 2006 i Deftones rilasciano il quinto album: Saturday Night Wrist. Nella canzone “Mein” troviamo Serj Tankian e Shaun Lopez, in “Pink Cellphone” Annie Hardy. La scrittura dell’album è stata molto travagliata, e ha messo molti ostacoli tra le relazioni all’interno della band. Chino ha commentato: “Un’esperienza malata” che “ci trascinava senza molte direzioni”. L’album è composto da 12 canzoni, più una canzone bonus “Drive” cover dei “The Cars”, per chi scarica l’album da iTunes.


2008  EROS  E  L’INCIDENTE  DI  CHI

I Deftones stavano lavorando alla stesura di un nuovo album, chiamato provvisoriamente “Eros” dalla fine del 2007. Le registrazioni cominciarono il 14 Aprile 2008. L’album doveva essere rilasciato all’inizio del 2009, ma fu posticipato. Il 4 Novembre 2008 Chi Cheng fu travolto da una macchina a Santa Clara, in California. Chi entrò in uno stato di coma con minima coscenza. Dopo l’incidente la famiglia di Chi cominciò ad usare il bolg dei Deftones per far sapere le novità sullo stato di Chi. Il 9 Dicembre 2008 è stato annunciato lo spostamento di Chi in un ospedale specializzato nella cura di traumi celebrali. Alla fine di Gennaio 2009 la band scrisse:” Il nostro compagno perduto non ha fatto progressi significanti”. Il loro amico Sergio Vega cominciò a suonare il basso temporaneamente al posto di Chi, come era già successo nel 1999. Il 5 Aprile 2009 la band suonò il primo concerto dopo l’incidente di Chi. Il 23 Giugno 2009 i Deftones hanno annunciato che l’uscita di Eros è stata posticipata indefinitivamente, e dissero: “Eravamo vicini alla fine della registrazione di Eros, ma in questo momento l’album non include e non rappresenta chi siamo ora come persone e come musicisti. Queste canzoni vedranno la luce in qualche momento, insieme abbiamo preso la decisione di prendere un nuovo tipo di approccio” e anche: “La decisione di non rilasciare Eros non ha connessioni con la condizione di Chi o qualcosa associato a lui. Questa era, ed è, una decisione creativa della band di scrivere registrare e consegnare un prodotto spettacolare”. Difatti da questo momento in poi i Deftones hanno usato un approccio molto più armonioso nella scrittura delle canzoni, dove ogni membro della band è libero di fare quello che vuole, e ognuno ha pari diritto di parola. 4 mesi dopo l’incidente di Chi, Gina Blackmore, fan dei Deftones, ha lanciato il sito www.oneloveforchi.com, punto di riferimento dove scoprire gli aggiornamenti sulla condizione di Chi. Sul sito furono donati dei pezzi rari e autografati dei Sevendust, Alice in Chains, Nikki Sixx, Chris Cornell e altri, tutto il ricavato andò alla famiglia di Chi, per fargli avere le migliori cure possibili.


2010  DIAMOND  EYES

Diamond EyesIl 4 Maggio 2010 i Deftones rilasciano il sesto album: Diamond Eyes. Il primo con Sergio Vega al basso. Questo è un nuovo punto di partenza per la band, ogni membro ha la stessa importanza per il processo di scrittura delle canzoni. Chino ha dichiarato: “La nostra ispirazione e unità come band è più forte che mai e dovevamo incanalare quest’energia nella nostra musica”. L’album conta 11 canzoni, con alcune cover per chi comperava da iTunes la “Deluxe Edition”.


2011  COVERS

Il 16 Aprile 2011 i Deftones pubblicano “Covers”, una compilation di cover fatte dai Deftones, alcune delle quali le possiamo trovare anche in “B-Sides & Rarities”. E’ stato rilasciato solo in vinile.


2012  KOI  NO  YOKAN

Koi No YokanIl 12 Novembre 2012 i Deftones rilasciano il settimo album: Koi No Yokan. La prima settimana ha venduto 65.000 copie negli Stati Uniti. Il nome dell’album è una parola giapponese, e non esiste una translitterazione in inglese. In italiano lo possiamo tradurre come “Predizione d’Amore”. Per la scrittura dell’album, i Deftones si sono riuniti in un posto piccolo, solamente con gli strumenti, e hanno suonato tutti insieme, fino a trovare dei suoni che li soddisfacevano. Hanno detto che Sergio ha portato delle grandi sonorità, che sono servite molto a tutti quanti per la scrittura delle canzoni. Anche qui, come in Diamond Eyes non troviamo collaborazioni con altri artisti. L’album è composto da 11 canzoni. La band aveva intenzione di registrare varie cover come bonus track dell’album, cosa poi smentita.


2013  MORTE  DI  CHI  CHENG

Il 2013 per la famiglia di Chi Cheng comincia bene, in una news del 9 Febbraio dal sito OneLoveForChi leggiamo: “Finora questo è stato un anno di nuovi inizi e cambiamenti. […] Abbiamo venduto la casa dove i ragazzi sono cresciuti e ne abbiamo comperata una dove serve meno manutenzione per tutti noi (Avevano avuto dei problemi economici con la vecchia casa, hanno dovuto venderla per comperarne una più piccola). Chi è ben stabilizzato e nella solita routine. È passato oltre la polmonite e sta combattendo l’infernale UTI (Infezione delle vie urinarie).” (link) Il 28 Marzo c’è un’ulteriore news “Oggi mamma J ci ha detto che Chi sta proseguendo bene. Ci ha informati che Chi ha avuto 3 buone settimane! Questo ci mostra quanto sia un combattente il nostro fratello. Ha avuto molte battute d’arresto, quindi siamo felici che ultimamente stia bene.” (link) Poi il 13 Aprile, appare una news che sembra scritta di fretta e furia dicendo: “Famiglia Oneloveforchi, e a tutti coloro che si preoccupano di me… Si invita a mandare preghiere per Chi subito! È tornato in ospedale! Mandate amore e guarigione!” (link) Poche ore dopo arriva la brutta notizia: “È stato portato in sala di emergenza, alle 3 di questa mattina il suo cuore improvvisamente si è fermato. Ha lasciato questo mondo mentre gli cantavo le sue canzoni preferite nelle orecchie.” (link) Chi Cheng muore il 13 Aprile. Due giorni dopo Stephen a nome del gruppo, scrive sul sito dei Deftones: “Ci sono molte cose che potrei dire, ma in questo momento, nessuna di queste ha importanza o può essere comparata alla perdita che ognuno prova. Ci sarà una voragine nella nostra vita, dove una volta c’era Chi. Ma sarà riempita ogni giorno con tutto il nostro amore e i ricordi che abbiamo nel cuore. Lui sarà sempre qui per l’amore. È tempo che tutti noi diamo il nostro amore e il nostro meglio, e facciamo il nostro meglio per amare. Specialmente noi stessi, Chi vorrebbe questo per tutti. Tutta la nostra guarigione inizierà con l’amore. Ti voglio bene, Chi.”


2013  LIVE  SELECTIONS

Copertina - Live: Volume 1 - Selections from Adrenaline

In questi mesi i Deftones stanno pubblicando sette vinili, uno per ogni album. All’interno possiamo trovare delle canzoni live dei loro show. Il primo, intitolato: “Live Volume 1 – Selection From Adrenaline” è uscito il 20 Aprile. L’ultimo dovrebbe essere previsto per fine Novembre, ma ad ora non si sa nessuna notizia.

Start the conversation